Vota "Dolci idee e non solo"

classifica

lunedì 21 gennaio 2013

Tagliolini agli scampi su cialda di parmigiano

Nel post del panettone gastronomico vi avevo anticipato che uno dei primi che ho preparato per il cenone di S. Silvestro è stato: tagliolini agli scampi su cialda di parmigiano.
Ho deciso di preparare questo primo perchè, avendolo già provato, sapevo di andare a colpo sicuro.
Fortunatamente l'avevo fotografato in quella occasione perchè durante la cena, con i ritmi serrati che c'erano, non è stato possibile fotografare nessuno dei due primi. Infatti, la ricetta della lasagna ai gamberi la potrò inserire nel blog solo quando potrò rifarla.
Per avvantaggiarmi nella preparazione di questo primo piatto, ho preparato le cialde di parmigiano la sera precedente il cenone, cioè il 30 dicembre, e ho conservato le cialde coperte e in un posto asciutto affinchè non si ammollassero con l'umidità e, devo dire, che si sono tenute benissimo, sono rimaste belle croccanti.
Una piccola considerazione in merito alle dosi. La prima volta che ho preparato questi tagliolini ho abbondato parecchio con la pasta in quanto a mio marito piacciono i piatti belli ricchi, ma la sera del cenone di S. Silvestro nella cialda c'erano al massimo 45g di pasta eppure, credetemi, la cialda sembrava piena, grazie anche al formato di pasta utilizzato rende tantissimo nel piatto.
Un'altra piccola differenza tra come vedete il piatto in foto e come l'ho preparato a S. Silvestro sta nella decorazione: a S. Silvestro ho cosparso un pò di crema al parmigiano sui tagliolini e vi ho adagiato sopra in bellavista lo scampo; in foto (cioè la prima volta che l'ho fatto) ho messo come decorazione dei gamberoni e ho cosparso pasta e gamberoni con la crema al parmigiano. Piccole modifiche che mi sembrava comunque il caso di menzionare.

Ingredienti:
considerare 80g di tagliolini a testa
500g di scampi
200ml di panna
2 spicchi d'aglio
prezzemolo q.b.
1 bicchiere circa di vino bianco secco
parmigiano grattugiato q.b.
olio evo Dante
sale e pepe

Preparazione:
versare a pioggia il parmigiano grattugiato su una padella antiaderente e farlo sciogliere (a seconda dello spessore desiderato aggiungere più o meno parmigiano), quindi, con una paletta prelevarlo e adagiarlo su una tazza da latte rovesciata finchè si raffredda. Ripetere l'operazione fino ad ottenere il numero di cialde desiderato.
Sgusciare gli scampi, tranne qualcuno da tenere intero per la decorazione finale, ed eliminare il filamento scuro. Con i carapaci preparare un fumetto, per insaporire volendo si possono aggiungere un pò di aromi tipo: carota, cipolla e sedano (la prima volta l'ho fatto, la seconda volta ho usato solo i carapaci degli scampi e quelli dei gamberi utilizzati per l'altro primo). Quando il fumetto si sarà ristretto per bene, filtrarlo e sbollentarci dentro gli scampi interi.
Intanto, imbiondire l'aglio in 2/3 cucchiai di olio Dante e unire gli scampi puliti e tagliati a tocchetti e un pò di prezzemolo tritato finemente. Sfumare con il vino e far cuocere per 5 minuti.
Preparare la salsa al parmigiano versando in una casseruola la panna con una ricca manciata di parmigiano e cuocendo, sempre mescolando, finchè non si ottiene una crema vellutata ed omogenea. Spegnere il fuoco e tenere da parte.
Lessare i tagliolini e scolarli al dente direttamente nella padella con gli scampi a tocchetti, mantecare bene il tutto e poi impiattare mettendo i tagliolini direttamente nella cialda di parmigiano e guarnendo con un pò di salsa al parmigiano e con uno scampo intero (o, come vedete in foto, con dei gamberoni).
Una vera delizia!


“OLIOGRAMMA”, IL CONDIMENTO DIVENTA UN’OPERA D’ARTE


Gli allievi dell’Accademia Cameron esalteranno l’italianità e lo spirito innovativo di Olio Dante





Dante si mette in posa e diventa l’olio modello per gli scatti d’autore dell’Accademia di fotografia “Julia Margaret Cameron”, la scuola di alta formazione nata a Benevento nel 2011.

In occasione dell’anniversario dello storico marchio, nato nel 1898 da un’idea di Giacomo Costa, il Sommo Poeta si rifà il look e presenta il progetto “Oliogramma. Dante, 115 anni e non li dimostra…”, ideato dagli Oleifici Mataluni di Montesarchio (BN).

L’iniziativa si propone di raccontare ai consumatori, attraverso le immagini degli artisti coinvolti, i valori culturali e nutrizionali contenuti in una bottiglia di olio di oliva, che troppo spesso finiscono per essere mortificati da logiche di mercato che riducono l’olio ad una semplice commodity.

Da oggi al 13 aprile 2013, gli allievi dell’Accademia realizzeranno veri e propri servizi fotografici dedicati al condimento principe della dieta mediterranea, rappresentando l’italianità, la sostenibilità e lo spirito innovativo dei prodotti ideati dal Centro di ricerca degli Oleifici Mataluni.

“Oliogramma si propone di dare lustro alle risorse umane locali - a parlare è Angelo Orsillo, Direttore dell’Accademia - attraverso la realizzazione di immagini finalizzate alla comunicazione, con competenza, creatività e senso dell’estetica. I partecipanti saranno coordinati dalla direzione artistica del fotografo Michele Stanzione, dei docenti Salvatore Picciuto e Vincenzo Cillo”.

La partnership tra gli Oleifici Mataluni e la Cameron, dunque, conferma il forte legame con il territorio e la politica di valorizzazione dei giovani talenti, che da sempre contraddistingue l’azienda sannita che raggruppa 23 storici brand, tra cui Dante, Olita, Topazio, OiO e Vero.

La partecipazione, infatti, è aperta a tutti i fotoamatori iscritti alla scuola, che avranno a disposizione tre mesi per immortalare il nuovo packaging in PET 100% riciclabile ed esaltare le inconfondibili “forme” della bottiglia ad anfora, presente sulle tavole di tutti gli italiani.

“Con Oliogramma - afferma Valentina Corrado, Ufficio Marketing degli Oleifici Mataluni - vogliamo raffigurare quei valori che gli Oleifici Mataluni incarnano da sempre e che vengono veicolati dal nostro olio 100% Italiano e dall’olio arricchito con la vitamina D. Attendiamo con entusiasmo gli scatti degli allievi e siamo certi che riusciranno ad impreziosire le nostre etichette, che sin dagli anni Trenta del secolo scorso sono state associate ai capolavori della pittura italiana e fiamminga in alcune memorabili campagne pubblicitarie”.

Al termine della manifestazione, nel complesso agroindustriale oleario degli Oleifici Mataluni sarà allestita un’esposizione con tutte le opere pervenute, durante la quale ogni autore presenterà i propri lavori.





19 commenti:

  1. un piatto delizioso..l'aggiunta di panna la vedo supreflua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Milady è davvero delizioso. Benchè l'aggiunta di panna sembri superflua, credimi non lo è, anche perchè in realtà se ne mette davvero pochissima su ciascuna porzione e per di più è addizionata con il parmigiano, così da formare una salsina. Provala e vedrai!!

      Elimina
  2. quanto mi piacciono le cialde di parmigiano.......rendono elegante ogni piatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anch'io, però se non vengono mangiate ti dispiace per lo spreco che si fa di parmigianom e a me è capitato di vederla restare nel piatto purtroppo. Baci!!

      Elimina
  3. che buona e bella idea mettere la pasta nella cialda di parmigiano...e poi quella cremina mi sa tanto di goloso!!!ciaoo

    RispondiElimina
  4. Veramente un bellissimo piatto, complimenti!

    RispondiElimina
  5. bella ricetta, che bontà ! ciao

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia ! Quella cialda di parmigiano mi mette una voglia che non hai idea...

    RispondiElimina
  7. Che piatto elegante!Adoro tutti i suoi ingredienti!Ciao!!!

    RispondiElimina
  8. Un sapore veramente delizioso..

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. fantastica questa ricetta! golosissima e presentata perfettamente!

    volevo farti i complimenti per il blog, l'ho scoperto per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
    Passa anche da me se ti va!
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela, sei stata carinissima. Anche io mi sono unita ai tuoi lettori fissi, spero che ti faccia piacere. A presto!!!

      Elimina
  10. Mamma che bella idea presentazione e chisà che bontà quei tagliolini!!
    Bravissima!!
    Mi aggiungo ai tuoi lettori e ti seguo con grande piacere!
    Un abbraccio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  11. Grazie per la tua visita, fantastica questa ricetta.
    Mi piace cucinare, passerò per rubacchiare ricette. Milena d

    RispondiElimina
  12. Ivana, Mary, Annamaria, Giovanna, Milena, Mari... grazie a tutte, siete fantastiche... Baci!!!

    RispondiElimina

Se siete passati a trovarmi, per caso o perchè "dolci idee e non solo vi piace", mi fareste contenta lasciando un commento come traccia del vostro passaggio.