Vota "Dolci idee e non solo"

classifica

martedì 8 gennaio 2013

Torciglioni e stuzzichini di pasta sfoglia

In questo post vi avevo parlato degli aperitivi e antipasti che avevo preparato per la cena di S. Silvestro. Uno di questi aperitivi sono stati questi torciglioni di sfoglia che sono facilissimi da preparate e buonissimi da mangiare, anche il giorno dopo (sempre che avanzino, naturalmente!)
Io li ho preparati in due modi: con prosciutto cotto tritato e provola dolce; salame piccante fontina e nduja.
Ho utilizzato anche due metodi diversi per prepararli: i primi (quelli al cotto e provola) li ho fatti stendendo su un rettandolo di sfoglia la provola tritata e il prosciutto tritato, ho sovrapposto un'altra sfoglia, ho pressato per far aderire bene, ho tagliato dei rettangoli di pasta lungo la lunghezza della sfoglia e poi li ho attorcigliati e posti su una teglia rivestita di carta forno. Li ho spennellati con uovo battuto e poi li ho cotti in forno a 190° fino a doratura.
I secondi li ho fatti spennellando di uovo battuto un rettangolo di sfoglia. Ho posizionato sulla stessa la 'nduja spezzettata, la fontina a dadini piccolissimi e sopra la spianata piccante calabrese che è un salame piccante buonissimo.
Stavolta non ho messo altra sfoglia sopra, ho solo tagliato i rettangoli di pasta e attorcigliato fino a non far quasi vedere il ripieno. Per la cottura ho proceduto allo stesso modo degli altri torciglioni, cioè ho spennellato con uovo battuto e cotto in forno a 190° fino a quando la sfoglia si è gonfiata e dorata per bene.
Tra tutti e due ho preferito in assoluto i torciglioni con la 'nduja. Erano sì piccantissimi e se uno non è abituato è meglio evitarli, ma speciali, davvero speciali, anche perchè si sentiva di più il ripieno rispetto agli altri che avevano una doppia sfoglia.
Quelli che vedete in foto sono i torciglioni ripieni di prosciutto e provola, gli altri sono finiti prima di fotografarli!

Ora passiamo agli altri stuzzichini che ho preparato sempre a S. Silvestro: il forno invocava pietà!
Sono molto simili a questi che ho postato tempo fa anche se si differenziano notevolmente per il ripieno e, quindi, per il sapore.
L'altra volta avevo utilizzato i salamini Beretta, questa volta, invece, ho utilizzato la salsiccia di maiale, ma non una qualsiasi bensì quella di Palizzi il paese di origine di mio suocero, dove la salsiccia la fanno ancora come una volta, mettendoci solo carne di maiale di prima qualità e senza aggiunta di salse o qualsiasi cosa possa modificare il sapore della carne. Si capisce che questa salsiccia è buona anche perchè durante la cottura resta sempre dello stesso spessore, altre salsicce sembrano scomparire.
Anche in questo caso, ho tagliato a misura delle salsicce la pasta sfoglia, l'ho spennellata con l'uovo battuto (operazione necessaria se non si vuole un ripieno che scappa da tutte le parti) ed ho coperto con altra pasta sfoglia tagliata anch'essa a misura e spennellata di uovo battuto dal lato a contatto con la carne.
Ho fatto aderire bene le due sfoglie e chiuso ad incastro la salsiccia tra le stesse. Visto che la salsiccia era molto spessa si sono potuti fare al massimo due occhielli, ma è bello e scenografico quando se ne riescono a fare anche tre o quattro.
A questo punto, essendo la salsiccia più delicata rispetto ai salamini Beretta ed avendo, quindi, la tendenza a sbriciolarsi durante l'operazione di taglio ho pensato di fare un passaggio più lungo in congelatore (dalle 2 alle 3 ore), andando di tanto in tanto a controllare che non si congelasse tutto.
Passato questo tempo ho potuto tagliare delle strisce di pasta per lungo dello spessore di circa 1cm o poco più, ho spennellato con l'uovo battuto solo dalla parte della sfoglia ed ho cotto in forno a 190° fino a doratura della sfoglia e cottura della carne.
Anche questi stuzzichini hanno riscosso un gran successo.

E questa è la focaccia rustica, la cui ricetta la trovate qui, ho solo sostituito il lievito di birra con 150g di lievito madre. La mia soddisfazione più grande è stata il fatto che mi è venuta identica in tutto e per tutto a quella di mia madre (che bello ritrovare i suoi sapori ora che lei non c'è più, ne avevo proprio bisogno).

39 commenti:

  1. Quante cose buone che hai preparato!!!!! Questi torciglioni saranno spariti all'istante!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono spariti subito insieme al panettone gastronomico. Grazie Mariangela!

      Elimina
  2. Mamma mia che fame...ci farei colazione con queste squisitezze!!!!!
    Complimenti, ciao a presto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo a me... io per natura preferisco le colazioni salate. Baci!

      Elimina
  3. Che buoni!!!!!!!! come adoro questi stuzzichini!!!!!! Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  4. A vedere queste prelibatezze mi fai venir fame,ma io devo ricominciare la dietaaaaaaaaaaa!Complimenti io e la pasta madre non andiamo d'accordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho già cominciata invece e speriamo di ottenere qualche risultato. Per quanto riguarda la pasta madre, io me ne innamoro ogni giorno di più. Baci!

      Elimina
  5. Che stuzzichini da leccarsi i baffi!!!!!Golosissimi e belli da vedere:-) Un abbraccio e ancora tanti auguri per questo 2013!!!!

    RispondiElimina
  6. li faccio spesso è sono squisiti.. complimenti anche per la focaccia ripiena... tutto buonissimo:)

    RispondiElimina
  7. ma quante cose buone e sfiziose che hai preparato!
    Ancora buon anno!
    Alice

    RispondiElimina
  8. Pensare a certe cose..a quest'ora..mette una fame allucinante ! Tutto buonissimo !

    RispondiElimina
  9. complimenti, questi antipastini sono da far rimanere a bocca aperta, sia x la fantasia che per il piccante!!! Ottimo
    Ciao Claudia
    cucinaperamore.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. E... passata pure qui, e mi abbiungo volentieri! Mi piacciono le tue creazioni!

    RispondiElimina
  11. Fantasia e cose buone, da vedere, figurarsi da mangiare!
    Complimenti e buon anno nuovo:-)

    RispondiElimina
  12. Ciao , eccomi qui e grazie per avermi invitato a casa tua! ;)

    Mi piace molto la tua cucina e quella focaccia con il lievito madre è una tentazione!

    a presto

    RispondiElimina
  13. io adoro la pasta sfoglia, questi rischierei di mangiarli tutti,un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Posso prendere uno dei tuoi stuzzichini? Sono così invitanti!!!! Complimenti.
    Ciao
    http://pastaenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che puoi, sei sempre invitata alla mia tavola. Baci!

      Elimina
  15. buoni i tuoi antipasti! e poi anche con la nduja, buonissima!!! ciao e buona serata

    RispondiElimina
  16. Piacere di conoscerti!Complimenti per tutti questi salatini...mi è venuta fame.

    RispondiElimina
  17. ciao ricambio la tua visita....e complimenti per il blog..ti seguo anche io volentieri

    RispondiElimina
  18. ciao grazie per il tuo commento sul mio blog, sono stata molto contenta!
    complimenti per il tuo blog, ci stò dando uno sguardo ci sono tante cose belle e buone :) come in questo post, questa focaccia rustica sembra invitante, ed è stato tenero il commento sul sapore e i ricordi di tua madre, io quando cucino le ricette di casa penso sempre alle cose che preparava mia nonna!

    RispondiElimina

Se siete passati a trovarmi, per caso o perchè "dolci idee e non solo vi piace", mi fareste contenta lasciando un commento come traccia del vostro passaggio.