Vota "Dolci idee e non solo"

classifica

giovedì 20 dicembre 2012

Cozze gratinate


Possono mai mancare le cozze sulle nostre tavole natalizie? Io direi proprio di no!
Quantomeno non possono mancare sulla mia tavola.
Sono cresciuta vedendo mia madre sgusciare kg e kg di cozze, lei diceva che le cozze migliori si trovano nei mesi senza la "r", quindi, da maggio fino ad agosto.
Benchè lei avesse senz'altro ragione, io, quando posso, mangio le cozze anche nei mesi con la "R" e dicembre con i suoi cenoni ne è la dimostrazione.
La caratteristica di queste cozze gratinate è che il ripieno è molto morbido e cremoso e, anche dopo la cottura, mantiene le cozze belle umide e non asciutte.
A me sono piaciute molto.

Ingredienti:
cozze q.b.
qualche pomodorino
olio evo Dante q.b.
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio (facoltativo)
capperi sotto sale q.b.
100g di pangrattato
sale e pepe

Lavare le cozze sotto acqua corrente, eliminare le barbe, aprirle a crudo eliminando una valva per ciascuna cozza, avendo cura di raccogliere e conservare il liquido contenuto al loro interno.
Lavare i pomodorini, tagliarli a metà, eliminare i semi e l'acqua di vegetazione e farli a dadini.
Sciacquare i capperi per elimianre il sale di conservazione, quindi asciugarli con foglio di carta assorbente da cucina.
Raccogliere nel bicchiere del mixer il pangrattato, il prezzemolo sminuzzato, i capperi e l'aglio (io non l'ho messo). Aggiungere 5-6 cucchiai di olio evo Dante, l'acqua delle cozze e frullare alla massima velocità (se l'acqua è molta, ridurre la quantità di olio).
Condire con un pizzico di sale (meglio non esagerare perché le cozze sono già sapide), profumare con una macinata abbondante di pepe e frullare ancora.
Trasferire tutto in una ciotola con la dadolata di pomodori e mescolare.
Riempire la valva delle cozze con il composto ottenuto e disporre su una teglia, infornare a 160°/170° a forno già caldo e far cuocere per una decina di minuti.
Sono ottime sia calde che fredde.


Non dimenticate che sulla pagina Facebook “Olio Dante” è stata lanciata l’iniziativa “Ci vediamo in Piazza Dante”, per richiamare l’italianità del brand e scoprire i luoghi dedicati al “Sommo Poeta” in ogni città d’Italia: strade, statue, monumenti maestosi, vicoletti caratteristici, piazze turistiche e viali trafficati che ci raccontano ogni giorno il nostro meraviglioso Paese.
Pubblicando le foto di questi siti sulla bacheca di Olio Dante, sarà possibile taggare gli amici e commentare episodi legati a quel particolare luogo, partecipando al contest che si concluderà il 12 gennaio 2013: tra le immagini più apprezzate dal popolo di Facebook, ne saranno selezionate 12 per realizzare il calendario 2013 di Olio Dante "100% Italiano"!
E non finisce qui: ogni settimana la foto più popolare sarà scelta come immagine della copertina del diario di Olio Dante!
Siete pronti a far scoprire le vostre città ed a scegliere le vostre foto preferite?

Di seguito, inoltre, potrete leggere il comunicato stampa sull'iniziativa degli Oleifici Mataluni, che daranno la possibilità a giovani laureandi di svolgere un tirocinio formativo nell’Area Digital.
Obiettivo del progetto “Io merito…un’opportunità” - ideato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Benevento, in collaborazione con la Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi del Sannio - è di istituzionalizzare il rapporto tra mondo accademico e mondo economico, finalizzato a creare opportunità concrete per gli studenti più meritevoli.


52
OLEIFICI MATALUNI, TIROCINI FORMATIVI PER I TALENTI DEL DIGITALE
Lo stage aziendale offrirà a giovani laureandi la possibilità di formarsi e specializzarsi nell’Area Digital


Giovani, creativi e nativi di internet è il profilo degli studenti universitari che avranno la possibilità di svolgere un tirocinio formativo nell’Area Digital degli Oleifici Mataluni di Montesarchio (Benevento).
Dopo aver aderito al progetto “Io merito…un’opportunità” - ideato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Benevento, in collaborazione con la Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi del Sannio - gli Oleifici Mataluni accoglieranno in azienda cinque giovani laureandi dell’Ateneo sannita, che avranno l’opportunità di analizzare ed ideare progetti social destinati ad aumentare il grado di interattività delle pagine facebook di Olio Dante e Olio Condisano.
E’ già tempo, dunque, di lasciarsi alle spalle i banchi di scuola e di passare dietro alla scrivania per Anna Maria De Stefano, Consiglia Sebastianelli e Dario Sistini, iscritti alla Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali (indirizzo Manageriale), che hanno partecipato al corso di Social Media Marketing curato dalla Prof.ssa Giuliana Saccà, Docente di Marketing Territoriale.
Proprio recentemente, i tre universitari si sono classificati al secondo posto in occasione del XXIV Premio Marketing Edizione 2012, prestigiosa competizione organizzata dalla Società Italiana di Marketing, che ogni anno si rivolge ai laureandi in Economia per valutare i migliori piani marketing su casi aziendali reali. E non solo.
Sempre nell’ambito della nuova strategia comunicativa dedicata a social network e web 2.0, gli Oleifici Mataluni affiancheranno gli stagisti Antonello D’Avino ed Ester Porciello, laureandi del Corso in Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Benevento (indirizzo Aziendale), e Donatella Zampelli, iscritta al Master in Comunicazione Multimediale dell’Enogastronomia dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e del Gambero Rosso.
L’obiettivo - spiega Vincenzo Mataluni, Amministratore Delegato degli Oleifici Mataluni - è proprio quello di istituzionalizzare il rapporto tra mondo universitario e mondo economico, finalizzato a creare opportunità concrete per studenti meritevoli, e a formare nuove professionalità nel campo digitale. I giovani rappresentano la nostra prima risorsa. Basti pensare che la media di età in azienda è di 29 anni su circa 200 dipendenti, scendendo fino a 26 anni se ci riferiamo solo agli uffici. I social network - conclude Mataluni - sono decisivi per ringiovanire il nostro target, interagire con i consumatori e condividere i nostri valori in rete, creando una vera e propria comunità virtuale attraverso nuovi linguaggi e strumenti innovativi che solo i nativi digitali sanno intercettare e interpretare”.
Continua, dunque, la politica di valorizzazione dei giovani del territorio che contraddistingue da sempre gli Oleifici Mataluni. Dopo aver siglato una convenzione con il Centro per l’Impiego della provincia di Benevento per l’inserimento di 11 neodiplomati e dopo aver partecipato al MeetJob 2012, selezionando tre studenti del corso di laurea in Tecnologie Viticole, Enologiche, Alimentari dell'Università di Oristano per un tirocinio ad alto contenuto di specializzazione nella Divisione Ricerca e Sviluppo, gli Oleifici Mataluni hanno confermato anche l’adesione al bando promosso dalla Regione Campania sui dottorati di ricerca in azienda, che incontrano l’esigenza di ricerca del mondo accademico e la necessità di innovare e di essere maggiormente competitivi delle industrie.


10 commenti:

  1. Eh, ma le cozze gratinate sono uno spettacolo !!!! Buonissime !

    RispondiElimina
  2. che buone che sono! Te ne rubo un paio,giusto per gradire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego, accomodati, aggiungo un posto a tavola se vuoi! Baci!!!

      Elimina
  3. Anche da noi a bari le cozze non possono mancare alla vigilia...la ricetta però non l'ho mai avuta (e non le ho mai fatte finora), ma quest'anno stupirò tutti i commensali con la tua!
    A presto,
    Ellen

    RispondiElimina
  4. Io adoro le cozze e il tuo vassoio mi sta tentando tantissimo. TI faccio tanti auguri di buon Natale e sereno anno nuovo. Un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! Per Natale sono in ritardo, ma sono giusto in tempo per augurarti un felice 2013!

      Elimina

Se siete passati a trovarmi, per caso o perchè "dolci idee e non solo vi piace", mi fareste contenta lasciando un commento come traccia del vostro passaggio.